giovedì 24 giugno 2010

Genovese - Pasta alla

Questo è un periodo in cui proprio non riesco a postare nulla di nuovo!

Sia io che Giulia siamo a dieta ferrea, non credo quindi che zucchine lesse, finocchi al vapore ed altre prelibatezze simili possano interessare!

Però... però... in un momento di delirio quando pensavo di poter tenere vivi 2 blogs, uno con le mie ricette ed uno con quelle di Mimmo ho pubblicato qui qualche ricettina gustosa preparate a 4 mani!

Ho deciso quindi di ri-pubblicare sul mio blog quelle ricette!

Questa è la prima: Pasta alla Genovese

Ingredienti x 5 persone:

3 Kg. Cipolle Rosse di Tropea, 1 Kg. Spezzatino di Manzo, 1 Bicchiere di Vino Bianco Secco, Basilico Fresco, Olio Extravergine d’Oliva, Sale, 0,500 kg di Penne Lisce (tipo di pasta suggerito). Questo piatto può essere realizzato esclusivamente se le Cipolle sono le Rosse di Tropea!

Procedimento:

Affettare finemente le cipolle e metterle in un capiente tegame con il fondo antiaderente, con ½ bicchiere di olio extravergine d’oliva e 2 bicchieri d’acqua.

Mettere il tegame sul fuoco a fiamma media e lasciare sobbollire per circa 1 ora tenendo controllato che la cipolla non si attacchi al fondo, eventualmente aggiungere altra acqua.

Dopo un’ora circa aggiungere lo spezzatino ed il basilico, aggiustare di sale e continuare la cottura per un’altra mezz’ora.

A questo punto aggiungere il vino bianco e sempre rimestando e facendo attenzione che il cibo non si attacchi al fondo continuare la cottura per altri 30 minuti circa ed anche in questo caso eventualmente aggiungere altra acqua.

I tempi di cottura sono indicativi, ed è assolutamente necessario “navigare a vista” le foto parlano più delle parole! A cottura ultimata trasferite lo spezzatino in un contenitore

e con il “sughetto” di cipolle condite la pasta. Et voilà primo e secondo sono pronti!!

La pasta è stata servita in tavola in questi piatti acquistati in Calabria, a Squillace, paese famoso per le ceramiche, durante una delle nostre tradizionali vacanze estive in Calabria e le utilizziamo spesso con piacere, sembra quasi che diano più sapore al cibo!

Un saluto

Kemi

13 commenti:

Lady Boheme ha detto...

Gustosissimo piatto!! Complimenti, un bacione

Luciana ha detto...

Ciao, complimenti!!! è un piatto che non preparo da secoli...buonissima la tua versione!!! davvero invitante!!! un bacio

pagnottella ha detto...

Mmmmmm con la cipolla di Tropea, così dolce così balsamica...
buonissimo piatto
baci ^_^

Buona dieta

Micaela ha detto...

buonissima, non l'ho mai provata ma mi segno tutto!

chamki ha detto...

Io non l'ho mai fatta ma l'ho mangiata tante volte fatta dalla mia mamma. . . buonissima eh?
Ciao!

francesca ha detto...

Ecco la mia mamma la fa proprio cosi` ....per chi vuole, aggiunge alla fine una spolverata di parmigiano! Che nostalgia!
francesca

Acquolina ha detto...

per me è nuovo! gustosissimo!
la dieta è troppo dura, infatti non riesco a farla....
quei piatti sono bellissimi! Ciao!
Francesca

Scarlett: ha detto...

che bella idea gustosissima brava!!bacioni cara

Federica ha detto...

buonissimo e gustoso!brava!

judy ha detto...

Buono!!!
Ti asspetano premi sul mio blog!!!

Mammazan ha detto...

Ottime le cpolle di Tropea... mangiate anche crude sono dolcissime!
E ottimo questo piatto unico ricco e completo.
Dulcis in fundo belle le ceramiche...per cui ho un vero debole!!
Baci

terry ha detto...

l'ho sempre gustata fatta da mia mamma....che bontà...con tutte quelle amate cipolle!!! slurp!!!!
che voglia mi hai fatto!!!

Gunther ha detto...

un gran bel piatto completo e sopratutto molto gustoso